fbpx
Home
Rivenditore autorizzato SOLIDWORKS

La strategia di crescita di 3DExperience Works

3DExperience Works è un portafoglio che integra SolidWorks, il software industriale cavallo di battaglia di Dassault Systèmes per il disegno tridimensionale, con altri brand e altre funzioni della piattaforma Cloud 3DExperience.

3DExperience Works è un portafoglio che integra SolidWorks, il software industriale cavallo di battaglia di Dassault Systèmes per il disegno tridimensionale, con altri brand e altre funzioni della piattaforma Cloud 3DExperience. I software di questo portafoglio aiutano le imprese a risolvere problemi pratici affrontandoli in maniera olistica, cioè con l’interconnessione dei brand che ne fanno parte.

La strategia di 3DExperience Works si rivolge alle PMI. Infatti il software è progettato secondo caratteri di facilità d’uso e semplicità, per esigenze di contesti poco strutturati e duttili e punta a rafforzare le 5 funzioni principali del portafoglio: Design, Governance, Simulazione, Manufacturing e Marketing.

 

Integrazione e Cloud, scelte vincenti

3DExperience Works è un portafoglio che integra SolidWorks con altri brand e altre funzioni della piattaforma (Cloud) 3DExperience. Questa evoluzione è stata necessaria perché, in 25 anni, il mondo industriale ovviamente è cambiato. Se la forza lavoro manca, la tecnologia c’è sempre. Per ottimizzare i processi, sono state inserite altre funzioni, reperibili in brand collegati grazie a 3DExperience Works.

La scelta del cloud, inoltre, si è rivelata vincente poiché con l’arrivo dei “ransomware” (un tipo di malware che limita l’accesso del dispositivo infettato e che “sblocca” lo stesso dispositivo solo in seguito al pagamento di un riscatto) molte aziende hanno visto paralizzate le operation. All’improvviso, ci si è resi conto che la sicurezza non è nel on-premise, ma nel Cloud.

 

3DExperience Works si basa sulla risoluzione di problemi veri e pratici

Nel portfolio di 3DExperience Works ci sono soluzioni che si occupano di tutte le fasi di realizzazione del prodotto, dal concept all’inserimento sul mercato e funzionano insieme senza alcun problema. In buona sostanza, lo strumento non si limita a progettare, a simulare, a gestire i dati e il ciclo di vita del prodotto, ma risolve problemi di business. Questo è valido anche per le nuove problematiche emerse con gli attuali trend che attraversano l’industria, dalla transizione digitale a quella verde.

Ne fa un esempio chiaro Gian Paolo Bassi, capo del portafoglio di brand di 3DExperience Works, in un’intervista sul portale Industriaitaliana.it:

“Ad esempio: nell’industrial equipment i clienti non vogliono più comprare un certo numero di macchine da piazzare nello shopfloor, come in passato; vogliono disporre di un’intera linea automatizzata, coordinata, e vogliono sapere quante persone ci lavoreranno, quale sarà il lead time, quanti robot serviranno, e quale genere di assistenza sarà necessaria. Ecco, tutto questo può essere simulato, ancor prima di essere progettato e costruito. Un imprenditore interessato all’acquisto può osservare tutto questo su uno schermo. Non un semplice rendering, ma una rappresentazione dinamica. Altro esempio: la citata integrazione della supply chain. Sempre più il prodotto è frutto di coprogettazione – che è fondamentale quando si parla di re-manufacturing e de-manufacturing. I supplier devono lavorare al progetto sulla stessa piattaforma. E la nostra è particolarmente avanzata.“


Quale sarà la strategia futura di 3DExperience Works

L’idea di considerare tutti gli elementi che compongono 3DExperience Works parte di un tutt’uno verrà sostenuta sempre e portata avanti nel tempo, perché solo questa idea olistica dello strumento aiuta davvero le aziende nella risoluzione dei problemi.

Relativamente alle singole componenti, ecco in sintesi cosa c’è da aspettarsi.

  1. Design: oggi gli ingegneri e i progettisti possono condividere progetti in modo rapido e semplice, consentendo agli interessati di fornire feedback in tutta la fase di sviluppo del prodotto, con tutti i dati archiviati in sicurezza nel Cloud e su questo si continuerà a investire;
  2. Governance: oggi i dati relativi al ciclo di vita del prodotto devono essere gestiti a livello di supply chain e 3DExperience Works è uno strumento fortemente collaborativo (la collaborazione porta all’innovazione);
  3. Simulazione: per conoscere in anticipo le risposte relative alle analisi statiche, strutturali, di frequenza, di carico e tanto altro, la simulazione è fondamentale e 3DExperience Works punterà molto su questo aspetto. Significa risparmiare, tagliare il time-to-market e garantire una maggiore sicurezza;
  4. Manufacturing: la semplificazione della comunicazione tra reparti è la chiave di volta per identificare e ridurre gli errori di fabbricazione in qualsiasi fase, dall’Erp all’officina. Inoltre, bisogna accelerare sempre più il rilascio alla produzione;
  5. Marketing: il portafoglio di 3DExperience Works consente ai team di vendite di collaborare con i progettisti per la creazione di piani completi e l’ideazione di contenuti ancora prima della fabbricazione del prodotto.

Le funzioni del portafoglio inoltre coinvolgeranno sempre di più l’intelligenza artificiale, tanto che l’azienda è stata la prima ad introdurla nell’assemblaggio. Infine, grazie a smart object sensorizzati e connessi, materiali organici, come legni e tessuti, diventeranno sempre più importanti. Non è lontano il giorno in cui la lamiera delle auto sarà sostituita da un qualche tessuto più leggero ma resistente.

Richiedi informazioni su 3DExperience Works, compila il form:

  • Presa visione dell' informativa allegata

  • rimanere in contatto con SolidWorld e ricevere comunicazioni contenenti informazioni sui propri servizi, nonché promozione o inviti ad eventi ai quali parteciperà.

  • a SolidWorld di trasmettere i miei dati ai propri partner commerciali perché mi trasmettano comunicazioni di marketing.

Argomenti correlati: