fbpx
Home
Rivenditore autorizzato SOLIDWORKS

La stampa 3D arriva anche nel settore alimentare

Si chiama "The Filet" e sembra un trancio di salmone fresco, invece è l'esempio di come la stampa 3D è arrivata anche nel settore alimentare

Come la stampa 3D è arrivata nel settore alimentare

The Filet – Inspired by Salmon ha le sembianze di un trancio di salmone fresco, ma è il primo esempio di come la stampa 3D sia arrivata anche nel settore alimentare. Il salmone stampato in 3D può sembrare la visione di un futuro lontano, invece è già realtà nei supermercati austriaci.

Una ricetta in 3D

The filet, nato dalla stampa 3D per il settore alimentare, è stato creato dalla start up austriaca Revo Foods per fornire un’alternativa creativa, sostenibile e personalizzata ai consumatori. Ma com’è stato realizzato? La ricetta si è basata su funghi filamentosi, a cui sono stati aggiunti acidi grassi e omega-3 per riprodurre il sapore e alcune delle sue proprietà.

Come potrebbe cambiare il settore alimentare

In passato sono stati creati diversi tipi di alimenti con la stampa 3D, come cheesecake e crocchette di pollo, ma nessuno di questi aveva mai raggiunto gli scaffali di un supermercato.

A prescindere dal tipo di alimento che si voleva stampare, lo scopo comune era sempre quello di rendere più sostenibile la filiera alimentare, soprattutto nel mercato ittico dove circa il 34% degli stock globali sono sfruttati più del dovuto*. La realizzazione di The Filet potrebbe abbattere dal 77% all’86% le emissioni di C02*. È l’inizio di una rivoluzione nel settore alimentare? Saranno i consumatori a darci la risposta.

*Fonte dati: Focus

it_ITItalian