Case study

DKC GROUP Novara

SOLIDWORKS PDM la risposta ai problemi di condivisione e integrazione dei progetti.

L’AZIENDA

Il gruppo DKC è uno dei leader nella realizzazione di sistemi portacavi e di soluzioni per la protezione, trasporto, distribuzione d’energia per infrastrutture civili e industriali. Nato nel 1998 in Russia, dall’iniziativa di imprenditori italiani e russi che hanno visto le potenzialità di questo mercato, il Gruppo si è poi ampliato nel 2008, attraverso investimenti e acquisizioni di aziende e siti produttivi in Italia ed Europa. Ha avuto quindi uno sviluppo singolare e unico nel suo genere, prima all’estero e poi in Italia. Oggi nel nostro Paese conta circa 400 dipendenti (su un totale di 600) per un giro d’affari di 100 milioni di euro; le sedi principali sono quella di Bellinzago Novarese (NO), Novi Ligure (AL), Villanova sull’Arda (PC) e Roma, Brescia, oltre ad un importante centro ricerche a Torino.

DKC è specializzata nella fornitura di sistemi di alta qualità, funzionalità e affidabilità. Si occupa di estrusione dello stampaggio plastico, profilatura della lamiera per produrre il canale, assemblaggio e cablaggio di schede per produrre condizionatori industriali e gruppi di continuità, lavorazioni meccaniche e profilatura del tubo, lavorazione e trasformazione della lamiera per la creazione di armadi di protezione del materiale elettrico o anche l’assemblaggio di condotti elettrificati.

PROGETTAZIONE A DISTANZA

Racconta Valerio Cecconi, Application Manager DKC: “La collaborazione con SolidWorld è iniziata nel 2012 proprio per risolvere i problemi legati alla distanza tra i nostri due poli progettuali, in Italia e in Russia. In particolare, abbiamo trovato in SOLIDWORKS PDM la risposta ai problemi di condivisione e integrazione dei progetti.”
Le soluzioni di gestione dati SOLIDWORKS PDM (Product Data Management) sono pensate per offrire ai progettisti la tranquillità di lavorare a più mani senza correre il rischio di lavorare su versioni diverse, fare confusione o perdere dati. Il PDM comprende tutti i dati tecnici del progetto, non solo i modelli CAD ma anche i vari documenti di supporto, per gestire tutto l’iter di progettazione, dal disegno, alle mail scambiate relative al progetto, fino alla creazione dei codici di anagrafica e di gestione delle distinte tecniche.

In concreto questa semplificazione si traduce in un risparmio di tempo (perché non si fanno doppioni e tutti sono perfettamente aggiornati sullo stato del progetto) e riduzione di errori e incomprensioni. Inoltre, si può gestire al meglio l’accesso ai dati, con maggiori garanzie di sicurezza anche nella consultazione da remoto.

Grazie al 3Dplatinumservice, inoltre, usufruiamo costantemente di assistenza e supporto, abbiamo accesso ai corsi sia in sede che online e a tutta la libreria SolidFacile. Abbiamo poi sfruttato la sinergia di THE3DGROUP per l’acquisto di una stampante 3D Stratasys che utilizziamo per la prototipazione e la realizzazione di piccole componenti.”

Il passo successivo elaborato con gli esperti di SolidWorld è la scelta di Integr@ si tratta di un’applicazione integrata a SOLIDWORKS e SOLIDWORKS Enterprise PDM, che amplia ancora di più questo controllo perché allarga la gestione del flusso di dati tra i comparti aziendali per tutto il ciclo di vita del prodotto. In questo modo semplifica la comunicazione tra l’ufficio tecnico, il gestionale, la produzione, e velocizza sviluppo e modifiche.

SOLUZIONI: SOLIDWORKS Professional, Integr@, Libworks, SOLIDWORKD Composer, SOLIDWORKS PDM, SOLIDWORKS Premium, contratto di manutenzione con il 3Dplatinumservice